Politica

Modugno, arrestati sindaco ed ex sindaco

Ezio Tullo
In manette anche dirigenti, funzionari dell'ufficio tecnico e imprenditori per tangenti e concessioni edilizie
1 commento 367

Arrestati all’alba il sindaco di Modugno, Domenico Gatti, l’ex-sindaco Giuseppe Rana e altre dieci persone tra consiglieri, dirigenti comunali e imprenditori, da parte della Guardia di Finanza nell’operazione chiamata: Pay To Build. I reati contestati sono di associazione a delinquere finalizzata alla commissione di reati contro la pubblica amministrazione, contro il patrimonio e in materia edilizia.

Gli altri polsi ammanettati sono quelli dell’imprenditore Vito Carlo Liberio (PD), l'architetto Saverio Pascazio (UDC), Giuseppe Vasile (ex candidato sindaco), di due dirigenti dell’Ufficio Tecnico: l’Ing. Emilio Petraroli (da poco in pensione), e l’Ing. Giuseppe Capriulo</strong>; di tre funzionari dell’Ufficio Tecnico: i geometri Francesco Loiacono, Vincenzo Alfonsi e Sergio Maiorano, dell’imprenditore Giuseppe Gaggiano e di un dipendente dell’ASI, Francesco Stramaglia.

Gli arresti sono l’epilogo di un’indagine della Procura della Repubblica di Bari sulla gestione delle pratiche inerenti il rilascio delle concessioni edilizie da parte del Comune in cambio delle quali sarebbero state pagate delle tangenti. Nei confronti degli amministratori pubblici indagati si e' proceduto anche al sequestro di beni immobili, quote societarie e disponibilità finanziarie per un valore complessivo di circa 2,5 milioni di euro.

Delusi e non stupiti questa mattina i modugnesi vergano l’aria di parole poco ortodosse e di discettazioni filosofo-demiurgiche nei confronti della casta. Cittadini già rancorosi nei confronti rintuzzano il proprio orgoglio con un: “L’avevo detto io”. Cittadini votanti che li avevano a cuore si rifugiano in un: “Son tutt na maner” (sono tutti uguali). Cittadini che fingevano di non sapere e quelli che non sapevano davvero si uniscono core-a-core nel disincanto più totale. L’allegoria carnevalesca è sempre aggiornata.

Saremo sempre poveri di spirito fin quando nel mondo, soprattutto nel mondo di un paese di 40mila e passa abitanti, va a sedersi sullo scranno chi acquisisce più voti non in base al pensiero ma alla demagogia, non in base al carattere e
al background ma a una dispendiosa campagna elettorale. Convincere gli illusi ormai è solo una questione pirotecnica. E noi siamo tutti lì pronti a spalancare le fauci dallo stupore

venerdì 30 Novembre 2012

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
1 Comment
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
domenico martiradonna
domenico martiradonna
9 anni fa

COME SONO CONTENTO, QUANDO ARRESTANO I FURBI, A DISCAPITO DELL’ONESTA’ E DELLA POVERTA’. MERITO ALLE FORZE DELL’ORDINE