Attualità

Sblocco dei fondi CIPE: più di 1,3miliardi di Euro per la Puglia

la Redazione
In programma nuovi ospedali, nuovi aiuti per i giovani imprenditori e tanto altro
scrivi un commento 81

Il Comitato interministeriale per la programmazione economica (Cipe) ha sbloccato i fondi per lo sviluppo e la coesione regionale destinati alla Puglia. La delibera Cipe è stata pubblicata sulla Gazzetta ufficiale della Repubblica Italiana. Si tratta complessivamente di 1.334,9 milioni di euro di fondi, dei quali 1.254,5 milioni sono risorse residue della programmazione 2007-2013 e 80,4 milioni della programmazione 2000-2006.

La Smart Puglia prende vita” ha dichiarato la vicepresidente della Regione Puglia e assessore allo Sviluppo economico Loredana Capone.
“Di queste risorse infatti  523,46 milioni sono destinati allo sviluppo della competitività e allo sviluppo locale”.
“In particolare –
ha spiegato la vicepresidente – sono 480,20 i milioni destinati agli aiuti agli investimenti di grandi, medie, piccole e micro imprese; 31 milioni alle aree di insediamento produttivo; 11,26 milioni saranno investiti nel contratto di programma Getrag per l’ampliamento dell’impresa e infine 1 milione sarà impiegato per l’attrazione degli investimenti”.
“Con queste risorse potremo realizzare le politiche smart che abbiamo annunciato, che aiuteranno la Puglia nel cammino che l’Europa ci chiede coniugando innovazione, sostenibilità e inclusione”.
“Ad intraprendere questa strada la Puglia è già pronta, per tante politiche attuate fino ad oggi. Queste risorse saranno un ulteriore slancio verso le nuove politiche che ci accingiamo ad intraprendere con la prossima programmazione 2014-2020.
“E non solo. L’iniezione di liquidità per il sistema della imprese è veramente rilevante: si tratta infatti del 40% quasi dell’intero monte risorse, un sostegno contro la crisi che si aggiunge alle nostre politiche anticicliche. È un aiuto in più per favorire lo sviluppo e l’occupazione attraverso l’aumento della carica competitiva delle aziende”.
“Perché la Puglia sia “smart”, cioè intelligente, occorrono aziende “smart”. Adesso siamo sulla buona strada”.

Entusuata anche l’assessore alle Politiche giovanili e Attuazione del Programma Nicola Fratoianni che ha commentato: “Finalmente, dopo tante sollecitazioni, arriva questa nuova opportunità per i giovani”. Così ha commentato la notizia della pubblicazione della delibera Cipe.
“Sono 25,76 i milioni destinati all’azione di sostegno per i giovani neo-imprenditori.  Attendevamo da tempo –
aggiunto – la pubblicazione di questa delibera che movimenta risorse per l’autoimprenditorialità”.
“La attendevano i nostri giovani che non sono né bamboccioni, né schizzinosi, ma hanno idee nuove e capacità di progettare. Da sempre l’autoimprenditorialità sostiene l’economia nei momenti di crisi. I giovani pugliesi non si lasceranno sfuggire quest’opportunità”.
“Il nostro termometro
– ha spiegato Fraoianni – è il bando Principi attivi che, nell’ultima edizione,  ha registrato 2.384 richieste, una partecipazione ancora più elevata delle precedenti. Adesso tutte le energie giovanili della nostra Puglia, che hanno voglia di mettersi in gioco, hanno una possibilità in più”.

Uno sblocco di fondi fondamentale anche per il sitema sanitario pugliee che finalmente potrà "proseguire nel percorso di rinnovamento e miglioramento", come ha commentato l'Assessore alla Sanità, Attolini, che ha sottolineato “Oggi è una buona giornata per i pugliesi…Il sistema sanitario pugliese potrà contare su oltre 300 milioni di euro, con cui avvieremo la programmazione di costruzione dei nuovi ospedali pugliesi e doteremo i territori di moderni e più funzionali servizi.”

giovedì 22 Novembre 2012

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti