Politica

Nomina del nuovo Amministratore dell’AQP, le reazioni del centrodestra

la Redazione
Il Sen. d'Ambrosio Lettieri e il Capogruppo PDL alla Regione, Palese: "manager di indubbia competenza, ma Vendola spieghi le anomalie e le ombre dell'Ente"
1 commento 134

All’indomani della nomina ufficiale del nuovo amministratore unico dell’Acquedotto Pugliese, i rappresentanti del centrodestra locale riconoscono la professionalità dell’Ing. Maselli, definito dal Sen. d’Ambrosio Lettieri “un professionista di indiscutibile competenza, che suona come un rimedio da parte della Regione Puglia agli innumerevoli sbagli fatti in questi anni che hanno visto sfilare alla guida del maggiore acquedotto d’Europa manager presi a prestito da altre regioni, osannati e poi senza tante spiegazioni – dovute ai pugliesi, naturalmente – tolti di mezzo”, tuttavia il coordinatore cittadino del PDL non dimentica di sottolineare “le ombre che si sono addensate sulla gestione dell’Ente sino a questo momento e sulle reali motivazioni che hanno indotto Vendola, al di là della foglia di fico dei rilievi della Corte dei Conti, spesso ignorati dalla Regione su altri argomenti, a licenziare Monteforte.
Il presidente spieghi ai pugliesi
– continua D’Ambrosio – come mai continuano a pagare tariffe altissime a fronte di sventolati utili di gestione e di una sbandierata e propagandistica pubblicizzazione dell’acqua mentre si continua a caricare le bollette degli utenti di quel 7% abolito per volontà popolare nel referendum del 2011. E le anomalie non finiscono qui”.

Dello stesso parere il capogruppo del Pdl alla Regione Puglia, Rocco Palese, che in una nota, condivide gli auguri al nuovo amministratore rimarcando la sua convinzione per “l’indiscussa professionalità di Ninni Maselli che saprà certamente ridare dignità e vigore alla gestione dell’Acquedotto Pugliese per troppi anni affidata dal Governo Vendola a manager non pugliesi presentati come luminari e scienziati e poi dimissionati o defenestrati in seguito a diatribe politiche che hanno fortemente pregiudicato l’efficienza e l’efficacia del governo della più grande azienda della Puglia”, ma Palese ricorda altresì “al Presidente Vendola la necessità di venire a riferire in Consiglio sul percorso che ha portato alla sostituzione del vecchio Amministratore e, più in generale, sulla situazione dell’Acquedotto Pugliese”.

Resta ferma la nostra richiesta, prosegue Palese, avanzata al Presidente del Consiglio Introna, che come primo punto all’ordine del giorno della prossima seduta del Consiglio regionale, vi sia una informativa del Presidente Vendola, con successiva discussione sulla vicenda AQP. È necessario che il Consiglio sia informato su quanto accaduto e coinvolto nella discussione sulla mission da affidare al nuovo AU, specie in considerazione delle recenti censure della Corte dei Conti di maggio 2012, delle notizie di stampa relative ad alcuni appalti e del caos normativo scaturito dalla approvazione della Legge regionale 11/2011 sulla costituzione dell’Azienda Pubblica Acquedotto Pugliese, dalla successiva sentenza della Corte Costituzionale che ne ha annullato alcuni articoli e dalla urgenza di approvare il nuovo Statuto di AQP posto che il vecchio, risalente al 2010, è stato reso superato dalla stessa Legge 11/2012”.

La nomina, da parte dell’Assemblea dei Soci, di Gioacchino Maselli ad Amministratore Unico di AQP è arrivata ieri, con l’entusiasmo del Presidente Vendola che l’ha definita una “nomina tecnica di grande esperienza nel segno di un’amministrazione competente e imparziale".

Maselli è stato scelto in considerazione dell’elevato profilo tecnico e della competenza amministrativa, con particolare riguardo ai temi idrici e della programmazione.
Contemporaneamente, con l’obiettivo di attenersi all’indirizzo generale di contenimento delle spese voluto dal Presidente Vendola e dalla Giunta regionale, nonché dal Consiglio regionale della Puglia, la delibera di nomina dell’Amministratore Unico definisce anche il suo compenso annuo in 120mila euro, oltre un’indennità di 30mila euro, da corrispondere al conseguimento dei risultati che saranno fissati nel corso della prossima Assemblea dei soci.
La riduzione del compenso per il nuovo Amministratore Unico di AQP sarà dunque di circa il 40%.

venerdì 16 Novembre 2012

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
1 Comment
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Francesco  Piscopo
Francesco Piscopo
9 anni fa

Per fortuna che c’è Vendola, altrimenti, se fosse per Palese, l’acqua dei pozzi dovevamo bere !!…