Attualità

“RinasciBari” su questione Via Argiro: “E’un campanello di allarme da non sottovalutare”

la Redazione
L'Associazione a lavoro per produrre soluzioni alla situazione di stallo
2 commenti 32

"RinasciBari", nata per iniziativa di area liberale con lo scopo di approfondire e discutere temi amministrativi della città, affronta attualmente la questione di via Argiro, per la quale l'associazione ha elaborato un documento: "RinasciBari -dichiara in una nota Vito Schepisi, coordinatore del gruppo di discussione- chiede all'Amministrazione Comunale di rendere noto con chiarezza e tempestività la reale volontà di confermare gli impegni assunti per la riqualificazione e il rilancio di Via Argiro, indicando i dettagli del progetto che intende realizzare, i tempi necessari e le risorse destinate".

Tutto questo nasce -spiega nella nota Schepisi- considerando che: "il provvedimento di chiusura al traffico di Via Argiro fu messo in sperimentazione con la promessa della Amministrazione Comunale di realizzare in tempi brevi la riqualificazione dell'isola pedonale, con il conseguente rilancio di una importante strada del borgo murattiano, a beneficio delle aspettative della comunità cittadina, dei residenti e degli operatori commerciali; avendo inoltre preso atto del fatto che, ad oggi, non è stato fatto nulla oltre alla chiusura; che molte, invece, sono state le notizie di stampa sulla disponibilità di adeguate risorse, senza che mai sia stato reso pubblico il progetto che si contava di realizzare; che la chiusura al traffico non ha attratto maggiore presenza nell’area commerciale cittadina e che le ricadute negative del provvedimento non sono state compensate dai benefici che avrebbero determinato le opere di riqualificazione che non sono state realizzate; che alla luce del mancato assolvimento degli impegni assunti dall'Amministrazione Comunale appare comprensibile e giustificata l’irritazione della comunità cittadina e la protesta di residenti e commercianti; che la fase sperimentale della chiusura al traffico non ha dato gli esiti auspicati e che l'area pedonale di Via Argiro si presenta inelegante e desertificata;  che la fase di stallo delle prospettate iniziative di riqualificazione ha prodotto effetti negativi destinati ad aumentare in prossimità delle festività natalizie".

"RinasciBari -conclude il coordinatore del gruppo- in funzione alle risposte ricevute dall'Amministrazione, si riserva d'intesa con cittadini e residenti di assumere ogni utile iniziativa per superare la grave situazione di stallo, eventualmente proponendo anche il ripristino della viabilità. La questione di Via Argiro non è che il campanello di allarme di una situazione ancor più complessa che andrebbe chiarita".

domenica 11 Novembre 2012

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
2 Commenti
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Gabriele Piscitelli
Gabriele Piscitelli
9 anni fa

A Bari finchè, ci sarà : Michele Emiliano con tutti i suoi delegati compreso la Giunta il direttore generale il presidente del Consiglio del comune di Bari, e il segretario generale attuale. Bari sino a giugno 2014 . Bari sarà, sottomessa da parte del sig. Michele Emiliano. Gabriele Piscitelli dipendente Comune di Bari.

Francesco Amoruso
Francesco Amoruso
9 anni fa

Una strada pedonale è sempre meglio di una strada invasa dalle automobili, anche se non ci sono le fioriere, le panchine e quant’altro. Per quanto mi riguarda, se verrà ripristinato il traffico veicolare non farò più acquisti in via Argiro.