Politica

I Circoscrizione: scompiglio post dimissioni del Presidente

La Redazione
Botta e risposta a colpi di facebook tra Consiglieri ed ex Consiglieri
3 commenti 43

Il consigliere Antonio De Michele (FLI) sulle dimissioni del Presidente Erio di Liso scrive:

"Dopo  un  lungo  travaglio  si  è  dimesso  il  Presidente  della  Prima  Circoscrizione  Prof.  Saverio  Di  Liso.  Con  lui  , di  fatto  è  fallita  la  politica  del  centro  sinistra  barese  e  locale.
E’ fallita  la  politica  della  partecipazione , dei  forum ,  dell’attuazione  dei  Deliberati  Circoscrizionali  è  andato  tutto   a  farsi  benedire. Purtroppo ,  ancora  una  volta  la  priorità  per  chi viene  eletto  ,  Governare  o  Amministra , Bari  e  il  nostro  Territorio, non  è stato  quello  di  attuare    il  programma  elettorale  ,  ed  a  impegnarsi  per  risolvere  i  piccoli  o  grandi  problemi  presenti  sul  nostro  territorio. ma  è  stato  quello  di  impegnarsi  e  perdere  tempo  ,  per  risolvere  i  problemi  politici  e  programmatici  all’interno  della  coalizione   ,  di  partito  e  personali ,  per  interessi  di  bottega  e  carrierismo  politico

Non le ha mandate a dire neanche l'ex Consigliere Vito Di Cillo che in una nota sulla suo profilo facebook scrive: " Dopo aver letto gli articoli sull'andamento innaturale dei Consigli della Prima Circoscrizione, mi vedo costretto ad intervenire per redarguire tutti coloro che stanno boicottando le dimissioni del Presidente Di Liso. Mi incomincio a preoccupare e a non fidarmi più di nessuno. La preoccupazione è dettata dal fatto che già non si faceva nulla per il nostro territorio, queste "scuse" (l'iter burocratico per rendere effettive le dimissioni, ndr) servono solo a bloccare maggiormente i lavori istituzionali– e continua " Alcuni Consiglieri pensano, ignorantemente, di protrarre per altri 18 mesi le commissioni ordinarie e speciali per continuare a prendere il gettone di presenza, cosa completamente assurda ed illegittima. Inoltre, qualcuno, sempre tra i Consiglieri, crede di porendere in giro la cittadinanza facendo credere in buona fede che si potrebbero risparmiare le spese per le nuove elezioni. Si sta passando dalla farsa alla tragedia". 

Non ci vuole molto a capire che il riferimento è rivolto ai Consiglieri Picaro, Piscopo, Limongelli, Lapenna e Sasanelli che, sempre a mezzo social networtk, rendono noto il  il testo presentato  e approvato in Consiglio Circoscrizionale prima della comunicazione delle dimissioni del Presidente, alla presenza del Sindaco Emiliano.

"Con il nostro ordine del giorno faremo risparmiare al comune dei soldi per elezioni inutili", avverte Picaro. 

Di seguito il testo della mozione:

" Con la presente, i consiglieri circoscrizionali PICARO Michele, PISCOPO Michele, LIMONGELLI Antonio, LAPENNA Alessandro Francesco e SASANELLI Pasquale

CONSIDERATO

che il Presidente della I Circoscrizione ha annunciato che intende comunicare nel presente consiglio le proprie dimissioni,
PRESO ATTO
che l’odierna convocazione (come quelle precedenti) non prevede né le comunicazioni, né un dibattito per dare la possibilità democratica a tutte le forze politiche di esprimere le proprie opinioni riguardo tale importante tematica.
Pertanto, per l’ennesima volta evidenzia un’indole personalistica ed accentratrice arrogandosi il ruolo di paladino della nostra comunità.
Il Di Liso, artatamente dimentica che per tutto il mandato ha prodotto, unitamente alla coalizione di centro-sinistra, il NULLA!!!
Lo stesso ha fatto più volte credere che la responsabilità è da attribuirsi esclusivamente al Sindaco ed all’intera amministrazione comunale, quando invece è sotto gli occhi di tutti la sua incapacità ed inconcludenza nel confronto politico-amministrativo, circoscrizionale e comunale.
VISTO
quanto disposto dall’art. 42 del regolamento in materia di decentramento amministrativo che dispone il rinvio al regolamento del consiglio comunale per quanto non previsto dal regolamento in materia di funzionamento del Consiglio circoscrizionale,
RICHIAMANO
l’art. 60 – del regolamento del consiglio comunale che prevede la facoltà dei consiglieri di iscrivere all’ordine del giorno mozioni urgenti.
Quindi, invitano il consiglio circoscrizionale ad approvare i seguenti o.d.g.:
– DIBATTITO SULLA CONDIZIONE E CONDUZIONE POLITICO-AMMINISTRATIVA DELLA I CIRCOSCRZIONE;
– INVITO AL SINDACO, DI DEROGARE IL TERMINE PERENTORIO DEI 90 GIORNI ENTRO I QUALI CELEBRARE LE ELEZIONI DALLA DECADENZA DEL CONSIGLIO CIRCOSCRIZIONALE AL FINE DI ACCORPARLE AD ALTRE CONSULTAZIONI ELETTORALI COSI’ DA CONSEGUIRE UN RISPARMIO DI RISORSE ECONOMICHE COMUNALI.   "

sabato 3 Novembre 2012

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
3 Commenti
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
bari domani
bari domani
9 anni fa

Mamma mia!! Coom stonn!!Come animali affamati in una bolgia dove si sbranano pezzi di carne.Andate via……lasciate che la gente con la loro “storia”sul territorio,risolva i problemi. Quel che non capisco è che i Palesini,nonostante tutto,credono a questi signori e intanto,comunque,l’acqua è poca e la Papera non galleggia!! “Chidde a vuj…. v’anna fa mrì!”

Pippo Dinoia
Pippo Dinoia
9 anni fa

Guardate al minuto 8 del video qui http://www.palesesantospirito.com/consigli.html dove l’ex presidente fa outing ammettendo che non è tutta colpa di Emiliano ma anche loro volontà di ribaltare le decisioni della precedente amministrazione sul nodo ferroviario. Più chiaro di così!

denny leuzzi
denny leuzzi
9 anni fa

fuori da bari subito. comune autonomo di s.spirito-palese nell’ottica della nascente città metropolitana di bari.