Politica

Assoluzione Vendola, i commenti della sinistra

Luca De Netto
Incassati i commenti lusinghieri, è ora di raggiungere lì'obiettivo: Roma
scrivi un commento 18

Nichi Vendola può tirare un enorme sospiro di sollievo: l’assoluzione, tanto auspicata, è infine giunta puntuale come un orologio svizzero. Infatti, il Governatore può ora dedicarsi compiutamente, e con l’animo sereno, alle primarie del centrosinistra, andando in giro per l’Italia a fare campagna elettorale e, quindi, affidando di fatto la gestione della Puglia alla squadra di assessori.

I commenti più lusinghieri, provengono dal Partito Democratico, sintomo chiaro di come il Presidente della Regione piaccia fortemente anche nel PD.
L’assoluzione di Vendola è una buona notizia, non solo per il nostro Presidente, ma anche e soprattutto per la Regione Puglia e per la sanità regionale, saccheggiata per troppo tempo e martoriata dagli scandali”. E’, a titolo di esempio, il commento del consigliere regionale del Partito Democratico Filippo Caracciolo al proscioglimento del governatore in una delle inchieste sulla sanità pugliese. “L’auspicio”, prosegue Caracciolo, “è che questa vicenda possa restituire una certa serenità ad un settore fondamentale per la vita dei cittadini”.

Ma anche per il Senatore, Salvatore Tomaselli, le cose non stanno diversamente: per il parlamentare democratico, infatti,  l'assoluzione di Nichi Vendola  “rappresenta un'ottima notizia, innanzitutto per lui, la sua famiglia e la Puglia intera! E poi – prosegue Tomaselli – per l'intero centrosinistra italiano impegnato nella appassionante sfida delle primarie, che avrebbero cambiato segno senza le idee e la passione politica e civile di Vendola. Da qui al 25 novembre, ora le primarie possono dispiegare con ancora maggiore credibilità tutto il potenziale di mobilitazione del popolo di centrosinistra per la scelta del candidato premier nelle prossime elezioni politiche.”

Insomma, nonostante le inconfessabili speranze di qualcuno, a sinistra,  si gioca tutti, e chi gioca, lo fa per vincere.
Ovviamente, non è da meno l’area civica di sinistra, rappresenta in Consiglio dal consigliere regionale de La Puglia per Vendola, Francesco Laddomada, per il quale “In questi giorni di attesa, quale rappresentante politico e istituzionale, vicino al Presidente Vendola, non ho mai avuto dubbi sul suo modo di interpretare e intendere   la politica, e, quindi, sulla sicurezza della sua  estraneità a comportamenti legati a una concezione malata di intendere il rapporto tra  il ruolo pubblico di un amministratore e gli  interessi personali.Credo, personalmente e profondamente, – ha concluso il consigliere Laddomada –  che il Presidente Vendola sia l’unico politico attualmente sulla scena che ha una visione  complessiva strategica di sviluppo e rilancio della Regione Puglia, così come  sono convinto che  ha una visione, da futuro Presidente del Consiglio, per guidare il Paese verso la rinascita economica e sociale.”

Ecco appunto l’obiettivo: arrivare alla Presidenza del Consiglio attraverso le primarie. E la sfida tra i vari pretendenti, si fa sempre più avvincente. In attesa che anche a destra, decidano veramente di giocare sullo stesso terreno…

venerdì 2 Novembre 2012

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti