Attualità

Ex CCR, nuova mobilitazione domani dinanzi la Prefettura

La Redazione
"Manifesteremo contro l'indifferenza delle Istituzioni e consegneremo le tessere elettorali per non votare"
scrivi un commento 92

Dopo l’incontro con il Governatore Vendola del 3 Agosto scorso, la pausa estiva e la chiusura della Fiera del Levante, nulla si è mosso secondo il Comitato degli ex lavoratori delle CCR che ha intenzione di ripartire con la mobilitazione.

L’azione proseguirà ad oltranza perché è necessario che il Governo Regionale, il nostro interlocutore, dia risposte concrete e quanto viene chiesto”, è quanto dichiara il Comitato in una nota. Così, giovedì 4 Ottobre 2012 alle ore 9.30 dinanzi la Prefettura di Bari avrà luogo una nuova manifestazione di protesta con la restituzione tessere elettorali da parte del Comitato di Lotta “Gli Invisibili ex CCR in mobilità”.

Nulla, infatti, sembra essere cambiato nonostante la richiesta di intervento rivolta al Prefetto il 27 Agosto scorso e della disponibilità dello stesso a partecipare a qualsivoglia iniziativa, ivi compresa la costituzione di tavoli tecnici, da avviare per risolvere la problematica degli ex CCR.

Poi però la Questura di Bari ha suggerito di annullare la manifestazione di protesta indetta per il 7 Settembre u.s. davanti al Teatro Petruzzelli, in occasione dell’inaugurazione della 76^ Fiera del Levante da parte del Presidente del Consiglio Monti.

Non vorremmo pensare – sospettano i rappresentanti del comunicato – che sia stato un pretesto per non fare vedere al Presidente del Consiglio la vergognosa realtà che sono costretti a subire da quasi 17 anni gli ex lavoratori delle Case di Cura Riunite di Bari, costretti a sopravvivere con l’elemosina di 420,00 euro al mese grazie soprattutto agli aiuti dei familiari e della Caritas. Se non puoi dare da mangiare a tuo figlio che padre sei? Non sei nemmeno un uomo; vogliamo che i nostri figli abbiano la stessa possibilità di studiare dei figli della CASTA! Il lavoro dà dignità alla vita di un essere umano” tuonano dal Comitato, ormai stanche di prese in giro e indifferenza.

“Non chiediamo elemosine o compassione ma il giusto rispetto per i diritti d’una persona – dicono –  Non siamo giovani e non siamo neanche vecchi per lo Stato, da poterci mandare in pensione… non siamo “nè carne e né pesce”. Eppure noi esistiamo e esistono le nostre Famiglie. Il nostro è un grido di dolore e di rabbia e, allo stesso tempo, di allarme a una condizione che ormai non riusciamo più a sostenere”.

“La vertenza degli ex CCR, continuano che non si risolve e non si vuol risolvere, è la vergogna di questa città, di questa provincia e di questa regione. Gli Invisibili ex CCR si preparano ad affrontare un autunno caldo se la loro vertenza non prenderà la giusta rotta.

Con la manifestazione del 4 Ottobre 2012, i lavoratori delle ex CCR, quindi, chiederanno di essere ricevuti dal Prefetto sia per far sentire il loro grido di disapprovazione per il silenzio delle istituzioni e soprattutto per consegnare nelle sue mani le tessere elettorali. "Poichè, dicono, se il lavoro non è un diritto perché lo deve essere votare? Essendo considerati dallo Stato come degli invisibili, preferiamo astenerci da tutte le competizioni elettorali”.

mercoledì 3 Ottobre 2012

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti