Cronaca

Omicidio a Japigia, Marzocca forse ucciso per uno sgarro legato alla droga

Giovanni Settanni
La vittima era stata arrestata nel 2006. Vendola scrive una lettera sulla "questione sicurezza" al Governo
scrivi un commento 15

Regolamento di conti nel mondo dello spaccio, è questa l'ipotesi che sta prendendo piede in merito all'omicidio di Marzocca avvenuto martedì scorso in pieno giorno, mentre questi rincasava in bicicletta, a Japigia.

Ieri i risultati dell'autopsia eseguita dal medico legale del Policlinico di Bari Francesco Introna sul corpo della vittima : il 39enne è stato freddato con quattro colpi al petto, esplosi a distanza ravvicinata e con estrema precisione che, secondo quanto accertato, hanno perforato gli organi vitali uccidendo sul colpo l’uomo. Ddunque si ipotizza che ad operare sono stati dei killer professionisti.

Gli investigatori intanto stanno continuando ad interrogare amici e parenti, ma tutto fa pensare alla guerra per lo spaccio di droga, anche perché lo stesso Marzocca,”pesce” piccolo della malavita barese, fu arrestato nel 2006 in un operazione antidroga.

Ieri sera, comunque, è continuata la pesante e ben visibile operazione contro il crimine organizzato da parte dei Corpi Armati presenti nel territorio: tantissimi i posti di blocco in un tutta la città.

A quanto sembrerebbe, lo Stato vuol riprendere in mano il controllo della città. del resto lo stesso Governatore Vendola ha scritto ai Ministri dell'Interno, della Giustizia, e della Coesione territoriale una lettera sulla questione della sicurezza a Bari dove in 2 mesi, in sparatorie per strada, si sono avuti 4 omicidi e il ferimento di due capiclan: "Pertanto vi chiedo – scrive – di valutare l'opportunità di convocare un tavolo nel quale mettere assieme le informazioni e coordinare azioni ed iniziative all'altezza della sfida che abbiamo di fronte".

giovedì 20 Settembre 2012

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti