Politica

“Non è un addio, ma un atto di coerenza”: così Di Cagno Abbrescia si congeda

Francesca Avena
Il testimone passa a Stefano Miniello, primo dei non eletti dopo Di Giorgio, nella Lista Simeone
2 commenti 448

"La decisione di lasciare il mio scranno e cederlo al dott. Stefano Miniello nasce dalla volontà di non voler più ricoprire troppe cariche e perché ho la certezza che chi mi succederà è una persona competente". Così l'On. Simeone Di Cagno Abbrescia questa mattina ha illustrato la sua decisione alla stampa, alla presenza dell'On. Antonio Di Staso, del Sen. Luigi D'Ambrosio Lettieri e dei capigruppo delle liste di centrodestra. "Inutile farsi delle seghe mentali su ciò che c'è dietro –ha aggiunto- : le motivazioni sono soltanto queste".  E nel suo discorso ha lasciato intendere che resterà dietro le quinte, rimanendo a Bari, stimolando, criticando ed affiancando politicamente chi dovrà interessarsi alla città.

Martedì verranno formalizzate le sue dimissioni e a succederlo sarà il dott. Stefano Miniello, chirurgo e docente universitario che già dal discorso di questa mattina ha mostrato di avere carisma e stoffa per poter sedere tra i banchi dell'Aula Dalfino. "La città di Bari è stata mortificata dal percorso amministrativo della sinistra -ha dichiarato-; bisogna lavorare ad un nuovo progetto che ponga la gente, le aspettative, le richieste, al centro dell'attenzione e non  finisca col violare e violentare i diritti, com'è accaduto in questi ultimi anni di interessi di parte. L'obiettivo -ha chiosato Miniello– è coagulare il consenso della gente in azioni concrete, con un'opposizione ferma, costruttiva ed intransigente nei confronti degli abusi  e sottoscrivere un vero e proprio patto d'acciaio con i cittadini baresi".

venerdì 14 Settembre 2012

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
2 Commenti
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Gabriele Piscitelli
Gabriele Piscitelli
9 anni fa

Con tutta sincerità avrei preferito di grande sollievo che le dimissioni fossero state date dal sig. Michele Emiliano in quanto avendo una Personalità di di tipo M. Dico questo in qualita di Cittadino e di dipendente Comunale, in quanto basti vedere le dichiarazioni che fa vaneggiando di ipocrisia, in quanto basterebbe rivedere le dichiarazioni fatte il Bari, giovedì 09 dicembre 2010, e dalle ultime dichiarazioni fatte il Bari, mercoled’ 05 settembre 2012. In quanto da tale dichiarazioni il sig. Michele Emiliano, si dovrebbe fare una esame di Coscenza, con le sue dovute dimmissioni.

Francesco Abbondanza
Francesco Abbondanza
9 anni fa

Tanto non lo rimpiangerà nessuno, forse qualcosa da Sindaco l’ha fatto ma dopo nulla di nulla, uno scanno alla camera per fare il guardone, nessuna proposta di legge, del suo collegio elettorale non se ne fottuto più di tanto come tutti gli altri onoerevoli e senatori (destra e Sinistra) come consigliere comunale ha solo dato uno spunto per un servizio su di lui da parte della trasmissione Ch l’ha Visto ecc.ecc non voglio infierire ! !