Basket

Liomatic Group Cus Bari, i cussini non sfigurano a Brindisi e strappano…un pari (71-71)

Mirko Cafaro
Pareggio in casa della squadra biancorossa
scrivi un commento 13

Qualcuno potrebbe definirli corsi e ricorsi storici e probabilmente è così: serie A fa rima con pareggio per la Bari cestistica. Nell'unica esperienza (risalente agli anni '50) nel massimo campionato, infatti, i baresi riuscirono a strappare solo un punto a Venezia, quando ancora la parità era consentita. Ieri, in amichevole a Brindisi è andata nuovamente così. La Liomatic Group Cus Bari non sfigura e strappa un’ottima prestazione contro una Enel Brindisi in fase di rodaggio. 71-71 il finale in un PalaElio a porte chiuse. Come consuetudine di questi “scrimmage”, i due coach si accordano sull’azzeramento dei punteggi alla fine di ogni quarto in modo da giocare senza la pressione dello score in ogni tempo.

Coach Putignano comincia con Bonfiglio in cabina di regia, capitan Ruggiero a supporto, sugli esterni Cardillo e Bonessio e sotto la plance Bisconti. Le squadre partono subito forte, senza risparmiarsi. Gli attacchi sono incisivi ambo le parti e Brindisi piazza un mini allungo di 6 punti, nei primi 4 minuti. La Liomatic Cus Bari non si lascia intimidire e replica con alcune belle giocate di Ruggiero. Solo una tripla a fil di sirena, evita a Brindisi un parziale di -2 alla fine dei primi 10 minuti che si chiudono sul 22-21. Nel secondo periodo iniziano le rotazioni. Al 15’ parziale di 2-8 per i cussini, grazie all'ottima vena del play Bonfiglio (13 punti totali per lui), con il vantaggio che rimane invariato sino alla fine, nonostante Brindisi tenti di rifarsi sotto. Alla fine del primo tempo un break di 5-0, con tap-in dei lunghi brindisini e un gioco 2+1 con fallo subito, riavvicina Brindisi nel punteggio, ma al 20' il computo complessivo è di 36-37 Cus.

Scenario che si ripete anche nel terzo periodo dove dopo 5 minuti con Ruggiero protagonista nelle vesti di assistman, i cussini accumulano un vantaggio di 7 lunghezze (3-10), ma in 90 secondi con due tiri dalla linea dei 6,75m i biancoblu rimangono attaccati al match (-3 al 27'). Dopo un iniziale sorpasso targato Enel e il relativo controsorpasso di marca cussina, ad un minuto dalla fine si concretizza il pareggio (16-16) con Bonfiglio che realizza in sottomano. Un tiro in sospensione a 8 secondi dalla fine di Bonessio e la mancata risposta da 3 della guardia brindisina, regala il 19-20 del 30'. L’ultimo quarto è tutto di marca brindisina. Nonostante il punteggio finale sia 16-14, con le seconde linee in campo, gli uomini di coach Bucchi fanno valere la loro esperienza e il loro maggior tasso tecnico e conducono il periodo sino a che Bari, con un sussulto d’orgoglio e una buona tenuta mentale, recupera il passivo e strappa il -2 del quarto, che corrisponde al 71-71 finale.
Un test che ha fornito ottime indicazioni all’intero staff barese nel confronto con una formazione di categoria superiore e che al tempo stesso ha permesso ai brindisini di continuare la loro marcia di avvicinamento verso l’inizio della stagione, con l’auspicio che si possa replicare un nuovo incontro al Palaflorio al fine di rimarcare e consolidare la nascita del nuovo sodalizio tra le due società.

Liomatic Group Cus Bari – Enel Basket Brindisi (22-21; 14-16; 19-20; 16-14)
Bonfiglio 13, Laquintana 6, Didonna 3, Difonzo, Jishiavili, Bisconti 6, Ruggiero 16, Cardillo 9, Barozzi 6, Bonessio 12, Giannini. All. Putignano

giovedì 13 Settembre 2012

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti