Attualità

76ma Fiera del Levante, fra tradizione e modernità

Valentina Loporchio
Il presidente Viesti: "Fiera all'insegna dell'identità dei baresi ma puntando all'innovazione"
scrivi un commento 115

A cavallo fra tradizione e modernità. Così la Fiera del Levante nella sua 76ma edizione, presentata alla Camera di Commercio di Bari, pronta ad aprire i battenti sabato 8 settembre. Tante le novità illustrate dal presidente dell’ente fieristico Gianfranco Viesti, a cominciare dal nuovo sito web www.fieradellevante.it che permetterà di far interagire in tempo reale visitatori ed espositori, grazie alle app scaricabili per smartphones, e-commerce, virtual tour 3D del quartiere fieristico e tanto altro.

Nuovi gli spazi dedicati alla ‘storica’ Galleria delle Nazioni, che prende ora il nome di Salone dell’Artigianato Internazionale, trasferito nel nuovo padiglione 11, il Bari Beauty Show, salone dedicato alla bellezza e cura del corpo, nei padiglioni 90, 91 e 94, il salone dell’auto con la presenza della Fiat in qualità di espositore, ed i padiglioni 162 e 163 aperti ai più piccoli dalle 16.30 alle 18.30 con letture animate delle favole più famose. Particolarmente interessante lo spazio dedicato alle nuove start up giovanili, vere e proprie fucine di idee, con incontri a tema, contest, show case per scoprire di più sull’imprenditorialità creativa e giovanile, che si fa sempre più strada nella nostra regione.

Ancora, il padiglione 173 (ex Bayernland) ospiterà il mercato Campagna Amica di Coldiretti in cui si potranno acquistare prodotti di eccellenza agroalimentare provenienti dalle aree terremotate dell’Emilia Romagna. L’esposizione ‘Donne in scena’ di 24 abiti della Maison Gattinoni indossati dalle dive del cinema (spazio 9), il Made in Puglia Fashion Week e la mostra dedicata all’architetto Michele De Lucchi (padiglione 170) con lectio magistralis sulla bellezza insieme al presidente della Regione Nichi Vendola completeranno le novità della fiera, visitabile dall’8 al 16 settembre a soli 3 euro, gratis se si viene in bicicletta o 1.50 euro con il park&ride.

“Una fiera che resta identità dei baresi, ma che si rinnova, con modestia e aperta all’innovazione”, dichiara il presidente Viesti, che rassicura sullo stato dei conti dell’Ente, “ancora in perdita, ma puntando al pareggio di bilancio nel 2013 grazie a nuove entrate”. In tempo di crisi, infatti, si fa più forte l’appello lanciato dal presidente della Camera di Commercio Ambrosi alle forze politiche, affinchè si intervenga presto e bene in favore delle imprese locali. Si vuole arrivare bene alla cerimonia inaugurale venerdì, con il presidente del Consiglio Monti. Come dichiarato dal governatore Vendola, “è l’occasione per riscrivere la parola sud nell’agenda politica e culturale d’Italia. A Monti chiediamo di fare sistema alle imprese innovative che in Puglia siamo riusciti a creare in ogni campo. Il Sud –prosegue – non è una terra da colonizzare, per cui ribadiremo il nostro no alle trivelle: le lobby del petrolio qui non sono le benvenute. Il Sud sta imparando a volersi bene: senza Sud non si esce dalla crisi”.

mercoledì 5 Settembre 2012

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti