Attualità

Petruzzelli, il commissariamento va superato

La Redazione
" Calpestata la dignità dei lavoratori e la qualità produttiva del Teatro"
4 commenti 34

Per l’imminente messa in scena al Petruzzelli del mozartiano “Don Giovanni” il neo riconfermato Commissario Straordinario prof. Carlo Fuortes ha proceduto alla selezione dei Professori d’orchestra mediante un “sorteggio” – dichiara Silvano Conti, Coordinatore nazionale SLC-CGIL Area Produzione Culturale.

In nessun teatro si è mai verificato che i Professori di una orchestra chiamati a una produzione Lirica siano stati selezionati con l’ordalia del “sorteggio”, avendo ogni opera proprie peculiarità esecutive e necessita anche di particolari attitudini soggettive nella corretta esecuzione della stessa. Le professionalità, le esperienze, le capacità acquisite per il neo-riconfermato Commissario non sono evidentemente criteri di selezione, così come per il Ministero, al di la dei proclami, la stabilità occupazionale della Fondazione non è elemento fondante della qualità produttiva del Teatro.”

“I lavoratori dipendenti dalle Fondazioni Liriche Sinfoniche, dalle Istituzioni Concertistiche Orchestrali, dai Teatri di Tradizione e i professionisti tutti del Settore ritengono pesantemente offensivo e mortificante quanto accaduto al Petruzzelli di Bari e, esprimendo la piena solidarietà della categoria, denunciano la non più sostenibile condizione di un modello produttivo imposto al Teatro basato sulla precarietà dei corpi artistici, delle maestranze e dei tecnici",  prosegue il sindacalista.

“La 14a Fondazione Lirico Sinfonica deve assumere pari dignità delle altre Fondazioni a partire da risorse certe per la produzione e in merito alla strutturazione occupazionale – afferma Conti- si deve procedere, anche in base al provvedimento emesso dal giudice del lavoro di Bari Assunta Napoliello con ordinanza del 20 agosto, che riconosce la natura di soggetto privato
della Fondazione e il decadere dei vincoli imposti dal comma 8-bis L.100, a percorsi condivisi per la stabilizzazione occupazionale nel tracciato definito dalla Legislazione (L. 800 – L. 367
etc…) e dalla Contrattazione Collettiva Nazionale abbandonando l’idea del tutto forviante di “pseudo concorsi” a tempo determinato.
Il neo-riconfermato Commissario Straordinario Prof. Carlo Fuortes ha dimostrato nel suo operato di questi mesi una non “specchiata” competenza e tanta approssimazione nella
gestione delle complessità del Teatro che è un centro di produzione artistica e non una struttura di distribuzione di spettacoli.”

“Riteniamo, pertanto, non sia più procrastinabile il superamento del Commissariamento e attivare tutte le azioni necessarie per il ripristino dell’organismo democratico di gestione del Teatro per la sua tenuta e il suo futuro – conclude il sindacalista- La città di Bari ha nel Teatro Petruzzelli un forte dato identitario. Il Paese ha nelle Fondazioni Lirico Sinfoniche l’eccellenza riconosciuta come patrimonio culturale in tutto il mondo. Occorre battere chi ne vuole la sua destrutturazione. E’ una battaglia di civiltà nella salvaguardia di un bene comune.”

venerdì 24 Agosto 2012

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
4 Commenti
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Gabriele Piscitelli
Gabriele Piscitelli
9 anni fa

Come pare che la CGIL continuerebbe a dettare legge antisindacali: Domanda se il Petruzzelli che la sua natura sia privata, allora “il sig Michele Emiliano che a fatto sia il Presidente della Fondazione e sia come figura di sindaco, i soldi messi per l’apertura della funzionalità del Teatro sono stati di natura del tutto dei privati a di natura di fondi Pubblici questo la CGIL non lo menzionana ai Cittadini, e ai Lavoratori come e entrato a fare il presidente della fondazione con il suo portafoglio ho con i fondi pubblici gli stessi segretari della CGIL visto che hanno preso posizioni di superare il leggittimo commissariamento come pare con azioni insistenti antisindacali”.

Pasquale  Bona
Pasquale Bona
9 anni fa

Signor Piscitelli, lo sa che tutti i sindaci automaticamente diventano presidenti di una fondazione lirica? Prima di fare figuracce dovrebbe almeno informarsi o per lo meno chiedersi perchè a Roma, Venezia, Genova, Milano ecc. i presidenti delle fondazioni sono i sindaci delle rispettive città? Concludo denunciando il suo comportamento antisindacale nei confronti della grammatica e della lingua italiana!

Gabriele Piscitelli
Gabriele Piscitelli
9 anni fa

Comunque sia alla grammatica e alla lingua italiana non tutti i Cittadini hanno una “Laurea”. Che comunque tengo a precisare che il comportamento antisindacale , starebbe nel fatto e, nei confronti di persone dipendenti della “Pubblica Amministrazione che hanno il distacco lavorativo presso la segreteria della CGIL-FP che parte di essi operano non in fede alla Costituzione e alla legge 300/1970. Tanto per dovuto da espressioni di Cittadino.

Giuseppe Turturro
Giuseppe Turturro
9 anni fa

Quanto fervore ed interessamento della CGIL locale e nazionale per i lavoratori del petruzzelli ! Come mai lo stesso sindacato non si è sprecato più di tanto per tanti lavoratori che da 20 anni sono precaried assunti ad intermittenza con pochi diritti al 16 Gruppo Genio Campale (oggi ROI) dell’Aeronautica Militare all’aeroporto di Palese? Gismundo non trattare i lavoratori a secondo la tua convenienza , tutti lavoratori hanno diritto ad essere tutelati !Pensa anche a loro !@ Pasquale non fare il professore con Gabriele ,l’importante che si è fatto capire altrimenti non gli avresti risposto e ….poi , lo spauracchio del comportamento antisindacale andava di moda tempo fa, oggi fa ridere solo i polli.