Attualità

Bari, dopo la retata sale l’attenzione sui casinò online

La Redazione
Bari, dopo la retata sale l'attenzione sui casinò online
Un blitz che ha portato al sequestro di trenta centri di raccolta e trasmissione di scommesse sportive clandestine
scrivi un commento 118

Sono già passate tre settimane, ma nell’intera aria della provincia di Bari, sponda gioco d’azzardo, risuona ancora l’impresa della Guardia di Finanza che ha dato luogo a una maxi operazione di “pulizia” di attività malavitose legate al gioco d’azzardo nei comuni di Bari, Bitonto, Bitritto, Bitetto, Gioia del Colle e Triggiano. Un blitz questo che ha portato al sequestro di trenta centri di raccolta e trasmissione di scommesse sportive clandestine, con annessa denuncia e sanzioni amministrative per circa un milione di euro.

Nel panorama dei Casinò online italiani, tra le sempre gettonate slot machine virtuali e roulette virtuali, una buona fetta dell’introito globale nasce per l’appunto anche dalle scommesse sportive. Per quello che sta emergendo anche da presunti illeciti e giri di scommesse sul campionato italiano, c’è ben poco di che stare allegri. Quale che sia la casa da gioco online, l’offerta in ambito sportivo è sempre molto sostenuta. Per ogni singola partita di calcio per esempio, c’è una varietà di possibilità davvero infinita. L’Italia è un popolo di scommettitori. E nello sport, è il mondo del pallone quello che attira di più. Pur non essendo una delle prime cinque regioni d’Italia per milioni prodotti dal gioco d’azzardo legale, la Puglia comunque “si difende” con una ragguardevole cifra di 447 milioni prodotta nel solo mese di febbraio, del cui totale 120,6 sono arrivati direttamente dal mondo web.

Il gioco d’azzardo online è in piena esplosione. Tanto nella vita quotidiana, quando sulle pagine dei giornali. Non esistono particolari differenze a livello generazionale. Si scommette, e parecchio. Se gli anziani sono più legati alle slot da bar, gli adolescenti padroneggiano alla grande l’arte della bet sportiva, mettendo così in campo tutta la loro preparazione. Lo sviluppo poi della telefonia mobile connessa con internet ha fatto sì che si possa restare in contatto costante con tutto l’universo.

Ma se il gambling sta riscuotendo molto successo, anche grazie ai bonus scommesse e bonus casinò offerti dai bookmakers, non è comunque scevro da polemiche e preoccupazioni. Sulle stesse pagine del quotidiano della Gazzetta del Mezzogiorno è arrivato un grido d’allarme. Nel mondo del web non esiste praticamente una vera regolamentazione. Un maggiorenne con carta di credito può puntare e perdere ingenti somme di denaro. Sono gli effetti collaterali della legalizzazione esagerata del gioco d’azzardo online, grazie al quale l’erario statale (e non solo) si rimpingua, lasciando però la società civile in balia di smanie danarose, rese ancora più esasperate dalla precarietà della vita quotidiana.

A cercare di mettere un freno a questa folle corsa verso la disperazione, i cittadini (prime vittime) stessi. Parlando apertamente del problema. Una realtà questa che spesso e volentieri, sceglie canali lontani dalle case da gioco regolamentale dall’AAMS, scegliendo strade meno sicure ma più accattivanti grazie a sirene di ricchezza più ricche, il che spiana la strada a strozzini, debiti e al baratro più totale.

La recente retata delle Forze dell’Ordine ha una volta in più fatto emergere la realtà di una situazione che se non regolamentata, rischia di sfuggire dal controllo. Nessuno ha intenzione di imporre proibizionismo o cose simili, ma occorre misura.

mercoledì 11 Aprile 2012

(modifica il 21 Giugno 2022, 16:53)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti